Rdc: L’iter per la presentazione della domanda.

Eccoci è martedì. Come ogni martedì ci dedichiamo al reddito di cittadinanza.

In questa terza settimana, vedremo nel dettaglio quale sarà l'iter per la presentazione della domanda del RDC e le ultime novità nella fase di definizione del decreto .

La domanda, sappiamo sarà possibile presentarla dal 6 marzo ( e successivamente dal giorno 6 di ogni mese). Potrà avvenire con tre diverse modalità:

  • modalità cartacea presso le Poste Italiane, avvalendosi del modello predisposto dall'Inps. Il modello sarà inserito immediatamente nel portare del Ministro del Lavoro
  • online collegandosi al sito www.redditodicittadinanza.gov.it attraverso le credenziali spid
  • tramite caf, le cui modalità di raccolta e la data sarà comunicata successivamente.

Quali documenti sono necessari per la presentazione della domanda, per il RDC?

Non occorre particolare documentazione, ma è importante aver presentato la Documentazione Sostitutiva Unica (Dsu) ai fini Isee. L'Inps associerà l'Isee alla domanda

Cosa succede dopo aver presentato la domanda?

Arriverà, tramite SMS o mail (in base ai recapiti inseriti nel modulo di domanda), la comunicazione da parte dell'Inps di rigetto o accoglimento della domanda

Dopodichè, in caso di accoglimento verrà fissato, in caso di accoglimento, da Poste Italiane, il giorno in cui si può andare a ritirare la Card con il relativo Pin. La card sarà una sola intestata a chi ne farà richiesta del reddito di cittadinanza.

Entro 30 gg dovrà essere resa la dichiarazione di Disponibilità Immediata al Lavoro (DID) da parte di tutti i componenti del nucleo familiare. La DID dovrà essere resa presso i centri per l'impiego o i patronati convenzionati ANPAL. La dichiarazione potrà essere presentata anche sulla piattaforma digitale dell’ANPAL cosiddetta SIUPL. Tale piattaforma è in corso di implementazione.

Questo sarà, ad ora, l'iter per la presentazione della domanda (se non vi saranno cambiamenti).

 

In attesa della conversione in legge

Ricordiamo a tal proposito, che il decreto legge sul reddito di cittadinanza è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 gennaio, ora devono trascorrere 60 giorni per essere convertito in legge. Nel frattempo sono stati presentati vari emendamenti volti a porre dei "paletti" rendendo più difficile l'elargizione del sussidio da parte dei furbetti e più stringenti le norme definite antidivano. Vedremo quali potranno essere i cambiamenti che verranno apportati rispetto al testo iniziale e se effettivamente verrà ristretta la platea degli aventi diritto.

Per essere aggiornati,  vi resta che seguirci iscrivendovi al blog o alla nostra pagina Facebook

Ti interesserà leggere:

RDC: Requisiti, reddito familiare, modalità di presentazione della domanda.

Dal Rei al Reddito di cittadinanza. Novità sulle tempistiche per la presentazione della domanda.

Cosa fare per non subire, da febbraio, il ritardo nei pagamenti delle prestazioni Inps a sostegno del reddito (bonus bebé, rei, carta acquisti.. ecc)

Giogiò

Nata a Taranto, ma risiedo in Sicilia. Sono dottore commercialista con titolo al momento nel cassetto, moglie e mamma a tempo pieno di Perla e Freddy. Coltivo la passione del web, della scrittura e della lettura. Continuo ad essere informata sul "Mondo fiscale" anche se non esercito.

4
Lascia una recensione

avatar
2 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
GiogiòsheilaBarbaraRecent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Barbara
Ospite

Argomento interessante, negli ultimi mesi si è parlato molto di reddito di cittadinanza ma in pochi sanno come funziona

sheila
Ospite

grazie delle info le giro alla mia amica che stava appunto cercando queste risposte

In cooperazione con Amazon.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: