ordine armadi

Come organizzare l’armadio per il cambio stagione. 5 consigli per non perderci la testa

E' Maggio, ed è ormai giunto il tempo dell'odiato cambio stagione. Quest'anno sono davvero partita super organizzata e con una buona tabella di marcia.

Naturalmente ho sbirciato un po' sul web ed ho trovato delle tecniche per organizzare l'armadio davvero interessanti da vera “casalinga disperata” per intenderci.

Partendo dal fatto che se siete giunte a questo articolo è perchè siete sufficientemente motivate per questa impresa “titanica” ed avete intenzione di lasciarvi il disordine dei vostri armadi alle spalle mi permetto, da disordinata cronica , di suggerirvi 5 consigli per rendere il cambio stagione meno faticoso e l'ordine più duraturo possibile.

1. Selezionate gli indumenti che pensate di non utilizzare.

Fase importatissima detto nel gergo moderno i “decluttering” Vale sia per i capi estivi che invernali. Mi raccomando siate selettive non fatevi prendere dalla nostalgia o dalla speranza di dimagrire per ritornare in quel jeans tre taglie più piccolo. Meno indumenti “inutili” avrete nell'armadio più funzionale e pratico sarà il vostro guardaroba. Suggerisco di prendere quattro scatoloni e suddividere gli indumenti in quattro categorie:

  • da cestinare: riporrete qui gli indumenti logori, tarlati, sdruciti.

  • da donare: per gli indumenti utilizzabili, ma che non sono più di vostro gusto o che per variazione di taglia non vi stanno più. Operazione ancora più importante se avete bambini. Da un anno all'altro si sa che molti capi non vanno più e sono ancora in buone condizioni. Consiglio di riporli in maniera ordinata per regalarli ad amici o parenti che hanno un figlio più piccolo del nostro (assicuratevi però che siano ben accetti onde evitare incidenti diplomatici). Se non avete nessuno a cui donarli, potrete riporli nel raccoglitori per gli indumenti siti del nostro comune o donarli alla chiesa.

  • da vendere: I capi o accessori in ottimo stato, possibilmente di marca , vi daranno la possibilità di recuperare qualche soldino vendendoli su appositi siti. Io utilizzo a tal fine subito.it sito veloce ed efficace.

  • da rivalutare: per qui direi “rari” capi per i quali intravedete del potenziale inespresso. Potete utilizzare prodotti per ravvivarne il colore .  Se avete dimestichezza con ago e filo potete pensare di applicare dei degli strass o apportare modifiche che impreziosiranno il vostro capo.

2. Pulire l'armadio e i cassetti.

Aiutatevi con l'aspirapolvere, per farlo al meglio e utilizzate dei prodotti specifici se l'armadio è in legno. Procuratevi dei sacchetti profumati che appenderete nell'armadio  o preparateli direttamente voi 

3. Riporre gli indumenti da conservare per il prossimo cambio stagione 

Utilizzate scatole apposite in plastica o anche in tessuto o se come me avete poco spazio, utilizzate i pratici sacchetti sottovuoto e con l'utilizzo dell'aspirapolvere il gioco è fatto (unico inconveniente: facilmente dovrete ristirare il capo)

4. Appendere quanti più capi possibili nell'armadio

è il modo più semplice per avere tutto a portata di occhio e trovare più facilmente il capo adatto. Gli indumenti da appendere potete sistemarli in base all'utilizzo: indumenti casual, per le attività ginniche, per la sera, per le occasioni speciali... ecc Per avere più spazio nell'armadio, vi consiglio di recuperare le gruccette in alluminio, di solito rilasciate dalle lavanderie, occupano pochissimo e vi daranno la possibilità di appendere più indumenti

5. Sistemare i cassetti

Per i cassetti ho utilizzato il metodo della famosa Marie Kundo autrice del libro “Il magico potere del riordino”. Nei cassetti poco profondi potete riporre maglie e piccoli indumenti (ad esempio quelli dei bambini) piegandoli e arrotolandoli ponendoli uno a fianco all'altro, evitando di impilarli e di dover spostare tutto per decidere cosa indossare. Per una disordinata come me è un modo per riuscire a tenere in ordine i cassetti  sono “costretta” in tal modo per riporli ad piegare ed arrotolare. Per la biancheria intima vi consiglio di utilizzare i separatori o delle scatole in modo da posizionare la biancheria in verticale in modo da avere tutto a “portata di occhio”. Cliccate qui per avere una dimostrazione del metodo di “piegamento di Marie Kondo” 

Autore dell'articolo: Giogiò

Lascia una recensione

2 Commenti on "Come organizzare l’armadio per il cambio stagione. 5 consigli per non perderci la testa"

avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
laura
Ospite

Il cambio armadio è una di quelle cose che rimando a non finire 🙁 ultimamente da H&M raccolgono i vecchi vestiti e danno in cambio un bonus sconto per lo shopping