Come ottenere il bonus bebè 2018

Tra le agevolazioni riconfermate dalla legge di bilancio 2018 a sostegno delle famiglie c'è il bonus bebè, (previsto già dal D.P.R, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 aprile 2015). L'agevolazione, purtroppo, è stata ridimensionata, infatti per i nati e adottati dal 1° gennaio 2018 l'agevolazione sarà erogata solo per il primo anno di vita o di adozione/affidamento, diversamente da quanto previsto per coloro nati/adottati/affidati dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2017 per i quali l'agevolazione trova applicazione fino al terzo anno di vita.

Bonus Bebè

 I requisiti:

I requisiti richiesti per ottenere il bonus rimangono invariati rispetto l'anno precedente e sono i seguenti:

1. Il genitore richiedente, deve essere oltre che residente in Italia

  • Cittadine Italiane;

  • Cittadine di uno Stato membro dell'Unione Europea;

  • Cittadine Extracomunitarie munite di regolare permesso di soggiorno o carta di soggiorno

    2. L' Isee non deve essere superiore ai 25.000 euro

    3. La convivenza con il figlio (nello specifico, figlio e genitore richiedente devono essere coabitanti e avere dimora abituale nello stesso comune).

L'importo:

  • se il reddito è inferiore ai 25.000 euro: l'assegno di natalità 2018 è di 80 euro mensili per 1 anno.

  • se il reddito Isee non è superiore a 7.000 euro: l'assegno di natalità 2018 è d 160 euro mensili per 1 anno.

L'importo viene corrisposto mensilmente dall'INPS, con bonifico bancario su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN intestati al richiedente.

La domanda

La domanda deve essere presentata telematicamente entro 90 giorni dal momento della nascita, adozione o affido, con una delle seguenti modalità:

  • direttamente tramite il portale INPS fornendosi del PIN

  • contact center Inps al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;

  • tramite Caf

Il termine dei 90 giorni garantisce l'ottenimento della prestazione nella sua interezza, se viene presentata successivamente a tale data, l'erogazione avverrà a far data dalla presentazione della domanda.

E' importante sapere che i requisiti devono persistere per tutta la durata dell'erogazione. In particolare l'isee deve essere aggiornato, esso scade il 15 gennaio di ogni anno.

Presentare la domanda online.

Una volta ottenuto il Pin dispositivo, e l'attestazione ISEE, la domanda può essere presentata online presso il portale INPS, per accedervi cliccare qui. Una volta inviata la domanda essa viene “istruita” , ossia vengono accertati l'esistenza dei requisiti. Al termine dell’istruttoria, il richiedente riceve un sms che lo avverte sulla definizione della domanda. Da quel momento può visualizzare l’esito della domanda (accolta o respinta) accedendo nuovamente al servizio e selezionando nel menu interno la voce "Consultazione domande". Se nel compilare la domanda online l’utente inserisce anche il suo indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC), può ricevere direttamente nella sua casella PEC il provvedimento di accoglimento o rigetto della domanda

Giogiò

Nata a Taranto, ma risiedo in Sicilia. Sono dottore commercialista con titolo al momento nel cassetto, moglie e mamma a tempo pieno di Perla e Freddy. Coltivo la passione del web, della scrittura e della lettura. Continuo ad essere informata sul "Mondo fiscale" anche se non esercito.

2
Lascia una recensione

avatar
1 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
GiogiòMarinaRecent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Marina
Ospite

Peccato che superi l’isee era una buona opportunità!

In cooperazione con Amazon.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: