Isee 2018: Seconda parte. La DSU. Documentazione necessaria e presentazione tramite Caf

Nel precedente articolo (clicca qui per leggere) abbiamo introdotto in linee generali l'ISEE, abbiamo visto a cosa serve e come ottenerla. Con questo secondo articolo andiamo invece ad affrontare il primo passaggio fondamentale per ottenere l'attestazione, ossia recuperare la documentazione necessaria per compilare o far compilare la Dsu.

L'Isee come abbiamo visto viene rilasciato in base alla DSU (Dichiarazione sostitutiva Unica del cittadino), che non è altro è un documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare.

La DSU può essere presentata online, direttamente attraverso il portale dell'INPS o attraverso i Caf.

Purtroppo compilare una DSU è un'impresa non semplicissima infatti sempre più famiglie si rivolgono ai Caf o ai Patronati anche se questo vuol dire allungare i tempi per il rilascio dell'attestazione.

L'attestazione ISEE è diversa a seconda dell'agevolazione socio assistenziale da richiedere

Per ottenere il calcolo dell’ISEE standard”, valido per la generalità delle prestazioni sociali agevolate, occorre compilare la DSU mini, che contiene i principali dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare.

In casi particolari, in base al tipo di prestazione da richiedere, oppure alle particolari caratteristiche del nucleo familiare, occorre fornire informazioni aggiuntive mediante la compilazione della DSU Integrale. In altri casi, le informazioni raccolte consentono di calcolare ISEE specifici che sono i seguenti:

  • ISEE sociosanitario o ISEE disabili: è il modello DSU che va presentato nel caso in cui, per un componente della famiglia disabile si debbano richiedere prestazioni di natura sociale e/o sanitaria, vi rientrano pertanto anche: ricoveri presso apposite strutture per i soggetti disabili, assistenza domiciliare e bonus disabili acquisiti o servizi.

  • ISEE minorenni: è un particolare modello che va utilizzato quando all’interno della famiglia è presente 1 solo genitore con minore a carico, ovvero  quando i genitori risultano non coniugati e né conviventi.

  • ISEE università, è il modello che va utilizzato dalle famiglie che hanno tra i loro componenti uno studente universitario, e per il quale devono essere richieste specifiche prestazioni di diritto allo studio, vi rientrano anche gli studenti che per motivi di studi frequentano un’università al di fuori del proprio comune di residenza, fatta eccezione di quelli che possono dimostrare di essere indipendenti economicamente dal proprio nucleo familiare.

Inoltre strumenti che oserei dire di rettifica dell'ISEE sono:

  • L'ISEE corrente che si può avere a seguito di eventi recenti che fanno sensibilmente diminuire il reddito come ad esempio la perdita del posto di lavoro. In questo caso sarà possibile ottenere un Isee che rispecchia la situazione corrente.

  • ISEE integrativo: è il modello che serve ai cittadini per richiedere la rettifica ISEE ed il suo ricalcolo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per rientrare in possesso di questa tanto “essenziale”, attestazione ISEE indipendentemente dal fatto che scegliamo di avvalerci della compilazione della DSU da parte di un Caf o scegliamo di compilarla direttamente noi accedendo al portale INPS abbiamo bisogno della seguente documentazione che vale per l'ottenimento dell'ISEE ordinario

DATI DEI COMPONENTI IL NUCLEO FAMILIARE (alla data di presentazione della domanda)

  • Dati anagrafici e codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare (come da stato di famiglia), e dei figli fiscalmente a carico (compreso l’eventuale coniuge iscritto all’AIRE);

  • copia del contratto con gli estremi di registrazione, se il nucleo risiede in abitazione in locazione;

  • eventuali certificazioni attestanti il grado di invalidità.

DATI REDDITUALI DEL NUCLEO FAMILIARE RIFERITI ALL’ANNO D’IMPOSTA 2016

  • Dichiarazione dei redditi (Modello 730/2017 - Modello Redditi PF 2017) e, in ogni caso, certificazioni rilasciate da soggetti erogatori di redditi imponibili ai fini IRPEF (Modello CU 2017, ecc.);

  • documentazione attestante altri redditi o indennità percepite (borse di studio, assegni percepiti dal coniuge separato per il mantenimento dei figli, sussidi pubblici a titolo assistenziale, assegni di natalità, assegni familiari del pacchetto famiglia, reddito minimo di garanzia, contributo per famiglie numerose), compensi per l'esercizio di attività sportive dilettantistiche, corrispettivi per vendite a domicilio, ecc.;

  • redditi da lavoro dipendente prestato all’estero;

  • proventi da attività agricole (Imponibile ai fini IRAP);

  • reddito lordo dichiarato ai fini fiscali nel paese di residenza per l’eventuale coniuge iscritto all’AIRE.

    DATI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL NUCLEO FAMILIARE al 31.12.2017 (anche all’estero)

  • Certificazioni catastali aggiornate di terreni e fabbricati (visure catastali, atti di compravendita, successione, donazione);

  • Valore venale in comune commercio per i terreni edificabili;

  • Certificazione attestante la quota residua al 31/12/2017 del capitale del mutuo stipulato per l’acquisto o la costruzione di immobili.

    DATI DEL PATRIMONIO MOBILIARE DEL NUCLEO FAMILIARE al 31.12.2017 (anche all’estero)

  • per i depositi bancari e postali (conti correnti e libretti): documentazione attestante il saldo al 31/12/2017 nonché la GIACENZA MEDIA ANNUA (in caso di non disponibilità della giacenza media, sono necessari gli estratti conto scalari periodici rilasciati dalla banca), il codice IBAN ed il codice fiscale dell’intermediario;

  • per i titoli di Stato, le obbligazioni, i certificati di deposito e credito, i buoni fruttiferi ed i valori similari: valore nominale delle consistenze al 31/12/2017;

  • per i contratti di capitalizzazione, i contratti di assicurazione mista sulla vita e le polizze di assicurazione con finalità finanziaria va assunto l’importo dei premi complessivamente versati fino al 31/12/2017 al netto di eventuali riscatti (con esclusione dei contratti di assicurazione mista sulla vita per i quali al 31/12/2017 non era esercitabile il diritto di riscatto, con o senza penale);

  • per le azioni o quote di organismi investimento collettivo di risparmio (Oicr) italiani o esteri: prospetto redatto dalla società di gestione, attestante il valore alla data di riferimento;

  • in caso di partecipazione non qualificata in società quotate, va assunto il valore rilevato al 31/12/2017, ovvero in mancanza di rilevazione in tale data, al giorno antecedente più prossimo;

  • in caso di partecipazioni in aziende o società per le quali non viene redatto il bilancio - Imprese individuali: certificazione attestante il valore del patrimonio netto calcolato sull’ultima situazione patrimoniale ed economica (rimanenze finali + beni ammortizzabili al netto dei fondi + eventuali altri cespiti) ;

  • in caso di partecipazioni in aziende o società per le quali viene redatto il bilancio: ultimo bilancio approvato con l’indicazione del patrimonio netto

    DATI RELATIVI AL POSSESSO DI AUTOVEICOLI E ALTRI BENI DUREVOLI

  • TARGA di tutti gli autoveicoli, i motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiori e le imbarcazioni posseduti alla data di presentazione della pratica

ISEE-DSU

Nel caso in cui ci troviamo in uno dei casi su elencati e dobbiamo avvalerci di un ISEE specifico avremo bisogno di ulteriori documenti di seguito elencati:

PER ISEE UNIVERSITA’ E PRESTAZIONI A FAVORE DEI MINORI

  • Dati anagrafici ed eventuale numero di attestazione ISEE di genitori dello studente o del minore se non coniugati e non conviventi.

    PER ISEE SOCIO-SANITARIO RESIDENZE

  • Dati anagrafici ed eventuale numero attestazione ISEE di figli NON conviventi col beneficiario per calcolo componenti aggiuntive

    PER ISEE CORRENTE

  • Attestazione ISEE in corso di validità; • redditi conseguiti nei due mesi precedenti la presentazione della DSU; • certificazione attestante la variazione della condizione lavorativa.

Nel caso optiate per la compilazione della DSU tramite Caf una volta recuperata la documentazione necessaria date mandato al Caf per la compilazione.

In base alla nuova normativa, il calcolo dell’indicatore ISEE sarà rilasciato dall’Inps dopo 10 giorni dalla data di presentazione dei dati da parte del CAF.

In un prossimo articolo vedremo come compilare direttamente la DSU, accedendo al sito INPS

Autore dell'articolo: Giogiò

3
Lascia una recensione

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
MartaFRANCESCA MARIACorinnaRecent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Corinna
Ospite

Molto molto interessante … Ci sono dentro tra fotocopie e documenti vari!! Ogni anno un incubo!

FRANCESCA MARIA
Ospite

interessante da sapere …

Marta
Ospite
Marta

Post interessantissimo, specialmente per chi cerca di districarsi nella giugna ISEE