Isee 2018 Prima parte. Facciamo chiarezza

Molti voi hanno solo sentito parlare di Isee altri si imbattono annualmente per richiedere vari tipi di prestazioni, dall'iscrizione all'università, per l'erogazione del servizio di mensa scolastica, o per la richiesta del Rei ecc..

Questo sarà il primo di una serie di articoli che farà parte di una guida completa al fine di affrontare, volta per volta le problematiche che potremmo incontrare nel “fornirci” di questa tanto essenziale attestazione.

Ma cosa è  L'ISEE ?

L'Isee è l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) è un indicatore che serve a valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie. Esso serve a tutti gli utenti che fanno richiesta di prestazioni sociali agevolate, ovvero di tutte le prestazioni o servizi sociali o assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del nucleo familiare del richiedente.

Come viene rilasciato l'ISEE?[sociallocker][/sociallocker]

L'Isee viene rilasciato in base alla DSU (Dichiarazione sostitutiva Unica del cittadino), che non è altro è un documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale necessarie a descrivere la situazione economica del nucleo familiare.

A chi presentare la DSU?

La DSU può essere presentata tramite ricorso al caf o direttamente usufruendo dei servizi online dell'INPS.

Se non avete molta dimestichezza con le questioni fiscali vi consiglio di rivolgervi al caf.

Il “tradizionale” ricorso al Caf esonera i contribuenti dalla compilazione individuale della domanda, ma bisogna tenere presente, che in questo caso la procedura durerà circa 10 giorni lavorativi. I servizi online dell’Inps permettono invece alle famiglie di compilare direttamente la DSU e inviarla immediatamente all’Istituto, eliminando il ruolo intermediario del Caf.

I dati contenuti nella DSU sono in parte autodichiarati (come i dati anagrafici e i beni patrimoniali posseduti al 31 dicembre dell'anno precedente a quello di presentazione della dichiarazione) e in parte acquisiti dall’Agenzia delle Entrate (reddito complessivo ai fini IRPEF) e da INPS (trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, erogati dall’INPS per ragioni diverse dalla condizione di disabilità e non rientranti nel reddito complessivo ai fini IRPEF).

Per le informazioni autodichiarate, il soggetto che compila la DSU si assume la responsabilità, anche penale, di quanto dichiarato.

Il nucleo familiare è quello alla data di presentazione della dichiarazione. I redditi da dichiarare sono riferiti al secondo anno solare precedente la presentazione della DSU, mentre il patrimonio mobiliare e immobiliare è quello posseduto alla data del 31 dicembre dell’anno precedente a quello di presentazione della DSU.(cit sito INPS)

Una volta inviata la DSU, l’Inps acquisirà i dati dall’anagrafe tributaria entro 4 giorni e calcolerà ufficialmente l’Isee entro il 2° giorno lavorativo successivo.

L’Isee, certificata dall’Inps, sarà quindi a disposizione del cittadino e potrà essere consegnata agli Enti che la richiedono per l’erogazione delle prestazioni sociali.

Scadenza

L'Isee scade il 15 gennaio dell'anno successivo. Questo significa che ISEE 2017 è scaduto il 15 gennaio 2018. Una volta scaduto, l'ISEE deve essere rinnovato dal cittadino richiedendo il rilascio di un nuovo isee 2018 e presentando nuovamente tutti i documenti indispensabili per ottonere il nuovo calcolo isee 2018.

Nel prossimo articolo 

Isee 2018: Seconda parte. La DSU. Documentazione necessaria e presentazione tramite Caf

affrontiamo la documentazione che dobbiamo reperire per compilare Dsu e ottenere l'attestazione ISEE

Giogiò

Nata a Taranto, ma risiedo in Sicilia. Sono dottore commercialista con titolo al momento nel cassetto, moglie e mamma a tempo pieno di Perla e Freddy. Coltivo la passione del web, della scrittura e della lettura. Continuo ad essere informata sul "Mondo fiscale" anche se non esercito.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
In cooperazione con Amazon.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: