Bonus mamma domani

Avete una gravidanza in corso o avete in programma un bebè per il 2018?

Questo articolo rappresenta una mini guida per l'ottenimento del "bonus mamma domani", detto anche "bonus nascita", il primo tra gli incentivi statali per la famiglia. Affronteremo a breve con una serie di articoli,  ogni singola agevolazione statale riservata alla famiglia.

Preannunciamo che nel 2018 resteranno operativi tutte le agevolazioni per la maternità presenti nel 2017, qualche variazione ci sarà solo per il bonus bebè, che vedremo  presto in un prossimo articolo.

Il bonus mamma nasce dalla volontà dello Stato di contribuire, in parte, alle spese relative alle visite specialistiche durante la gravidanza e all'acquisto dei beni per la prima infanzia.

Il bonus può essere richiesto a partire dal 7° mese di gravidanza e fino ad un anno dall'evento nascita o affido/adozione. Il suo importo è di € 800,00 e viene corrisposto alla futura mamma in un unica soluzione.

I requisiti sono semplici:

  • residenza in Italia;

  • cittadinanza italiana, europea o extraeuropea, purché in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Il premio di 800 euro può essere concesso esclusivamente per uno dei seguenti eventi:

  • compimento del 7° mese di gravidanza (inizio dell’8° mese di gravidanza);

  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza;

  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva;

  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione e per ogni singolo evento, gravidanza o parto, adozione o affidamento. Ossia per ogni minore nato adottato o affidato. Nel caso di parto gemellare bisogna presentare domanda dopo la nascita integrando la domanda in base al numero dei nascituri.

Alla domanda devono essere allegati:

  • una certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio sanitario nazionale, che attesti la data presunta del parto;

  • un’autocertificazione della data del parto e delle generalità del bambino, se la domanda del premio è presentata in relazione al parto;

  • il provvedimento giudiziario di adozione o di affidamento preadottivo, in caso di affidamento o adozione.

La domanda deve essere presentata all’Inps esclusivamente in via telematica, attraverso una delle seguenti modalità:

sul sito internet dell’Inps, accedendo con le tue credenziali ( Pin dispositivo, Carta nazionale dei servizi o Spid di 2° livello), accedendo all’apposita sezione “Domanda di prestazioni a sostegno del reddito, premio alla nascita”;

  • tramite Contact center Inps Inail, al numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);

  • tramite enti di patronato, attraverso i servizi offerti dagli stessi.

    Se avete dubbi in merito alla presentazione della domanda non esitate a contattarci.

 Per aggiornamenti sui pagamenti clicca qui

Giogiò

Nata a Taranto, ma risiedo in Sicilia. Sono dottore commercialista con titolo al momento nel cassetto, moglie e mamma a tempo pieno di Perla e Freddy. Coltivo la passione del web, della scrittura e della lettura. Continuo ad essere informata sul "Mondo fiscale" anche se non esercito.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
In cooperazione con Amazon.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: